Maggio musicale: la Giunta si impegni per il rinnovo dell’incarico a Cristiano Chiarot

salute
La salute è un diritto: torniamo a dirlo e a chiederlo!
22 Luglio 2019
Gsk
Licenziamenti Gsk Vaccines: “Chiarezza sul futuro del centro di Siena e Rosia”
24 Luglio 2019

La Regione Toscana, in quanto socio fondatore della “Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino”, può e deve dire la sua in merito alle recenti vicende che hanno visti coinvolti il Sovrintendente Cristiano Chiarot e il Sindaco di Firenze Dario Nardella, nella sua veste di Presidente della Fondazione.     maggio musicale

In particolare, con una mozione che ho sottoscritto presentata dai  consiglieri Tommaso Fattori e Paolo Sarti, chiediamo che la Giunta si impegni a intervenire attivamente nella situazione creatasi all’interno della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, con l’obiettivo di rinnovare l’incarico all’attuale sovrintendente Cristiano Chiarot, in modo da poter valorizzare e proseguire l’ottimo lavoro da lui svolto negli ultimi due anni. Chiediamo inoltre che la Giunta avanzi la richiesta che la carica di Presidente della Fondazione venga mantenuta dal Sindaco di Firenze.

Occorre ricordare che Cristiano Chiarot, sovrintendente dal 2017 – che ha saputo ridare respiro e vitalità all’attività della Fondazione e avviare un dialogo proficuo con le rappresentanze sindacali e i lavoratori, rasserenando il clima di tensione che si era creato con le gestioni precedenti – ha deciso di rifiutare ogni tipo di prosecuzione del suo incarico  a seguito della conferma della decisione del sindaco Nardella di nominare quale nuovo presidente Salvatore Nastasi, già commissario straordinario del Teatro ed ex capo di gabinetto del Ministero dei beni culturali del Governo Renzi. Una figura ben diversa dal Sindaco, che è rappresentante delle istituzioni, che comporterebbe, secondo Chiarot, il rischio che un soggetto terzo possa interferire pesantemente nella gestione operativa affidata al sovrintendente e generare un potenziale conflitto interno rispetto agli obiettivi e alla modalità di azione. Una decisione alla quale sono seguite anche le dimissione del direttore musicale Fabio Luisi.

Visti i risultati ottenuti come Sovrintendente riteniamo che Chiarot possa dare ancora tanto al Teatro del Maggio. Concordiamo inoltre sul fatto che sia opportuno mantenere nel ruolo di Presidente della Fondazione un rappresentante delle Istituzioni, quale è appunto il sindaco di Firenze. Chiediamo dunque che la Giunta si impegni attivamente su questi due aspetti.

 

 

 

 

Commenta con Facebook