Pronto soccorso sociale, estendiamo e potenziamo la rete del “Seus”

rigenerazione urbana
Rigenerazione urbana, approvati gli indirizzi per accedere ai fondi nazionali.
3 Dicembre 2020
solidarietà
Teniamo viva la solidarietà
22 Dicembre 2020
Grazie al nuovo investimento regionale di 540mila euro, passa alla fase 2 e sarà più capillare e strutturata nei territori.

La Toscana è ad oggi l’unica Regione ad aver attivato un “Servizio di Emergenza e Urgenza Sociale” (Seus) operativo h24 e 365 giorni l’anno per rispondere a situazioni gravi e improvvise sotto il profilo sociale.
Dopo la prima fase di sperimentazione la rete Seus, grazie al nuovo investimento regionale di 540mila euro, passa alla fase 2 e sarà più capillare e strutturata nei territori.
Raddoppiano infatti, passando da 10 a 20, le zone-distretto coinvolte mentre le centrali operative salgono da una a tre.

L’obiettivo è quello di arrivare a regime, con il servizio disponibile in tutte le zone della Toscana, già nel corso del 2021, per permettere a tutti i cittadini di avere una risposta immediata in caso di situazioni gravi sotto il profilo sociale, come ad esempio episodi di conflittualità familiare, di violenza e maltrattamento di donne o soggetti fragili, di disagio e rischio per ragazzi e adolescenti, di abbandono di persone non autosufficienti o disabili.

Il Seus permette di integrare la risposta sociale con quella sanitaria, valorizza le professionalità degli assistenti sociali, anche in collaborazione con il terzo settore, e consente una continuità fondamentale tra l’evento urgente che ha determinato l’intervento e la presa in carico da parte dei servizi sociali territoriali.

Leggi qui per avere ulteriori notizie e dati sul Seus

Commenta con Facebook