Difesa del suolo, dalla Regione 370 mila euro per la frana allo stadio di Barberino

150mila euro di tagli all’Orchestra Giovanile Italiana della Scuola di Fiesole. Il MIBACT riveda i criteri per l’assegnazione delle risorse
3 Maggio 2017
Gioco d’azzardo, la nuova proposta del Governo fa come il gambero. Spero che Regioni e Comuni la respingano
8 Maggio 2017

La Regione Toscana all’interno del piano sulla difesa del suolo da 11 milioni di euro stanzia i fondi necessari  – pari a 370mila euro – al ripristino della struttura del campo sportivo di Barberino e alla riduzione del rischio idrogeologico. Un intervento necessario e atteso per l’attività dello stadio e per l’abitato circostante. Per la prima volta la Regione Toscana include nel piano di difesa del suolo gli interventi attuati dagli enti locali, le operazioni di manutenzione ordinaria dei Consorzi di bonifica e quelle in attesa del finanziamento dallo Stato.

Il piano della Regione individua le azioni che i Consorzi di bonifica realizzeranno nel 2017. Dal 2011/2012 la Regione investe 100 milioni di euro l’anno per la sicurezza idraulica in Toscana.

Nello specifico le risorse destinate alla ristrutturazione dello stadio di Barberino andranno a coprire le spese di realizzazione di una paratia a sostegno del terreno e di tenuta idraulica, e di un muro per contenere i versanti sud est e nord est del campo sportivo. Un impegno che l’Amministrazione comunale aveva giustamente sollecitato e al quale la Giunta regionale ha tempestivamente dato risposta. Si tratta di un’operazione importante per la nostra comunità poiché dà la possibilità di riaprire lo spazio alle attività sportive e di mettere in sicurezza da ulteriori pericoli e disagi l’abitato circostante. Sappiamo bene che la frana che aveva colpito questa zona aveva provocato non pochi disagi alla popolazione; finalmente lo stanziamento della Regione rende operativo un percorso avviato dal Comune per risolverne le criticità. Purtroppo il nostro territorio ha mostrato più volte le proprie fragilità, spesso legate a  fenomeni atmosferici  particolarmente avversi; per questo investire su interventi di messa in sicurezza è quanto mai necessario. La Regione Toscana, ormai da anni, giustamente include questo tema tra quelli prioritari per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente, e per garantire la sicurezza delle nostre comunità.

Commenta con Facebook